Metodologia

Il metodo di formazione MOVE è un modello di formazione specifico progettato collettivamente e basato sull’Innovazione sociale, che comprende dinamiche, giochi e materiali, adattati per l’applicazione pratica non solo in ciascuno dei Paesi partecipanti, ma anche replicabili altrove.

L’obiettivo della guida formativa che stiamo costruendo è quello di sensibilizzare i giovani sui valori comuni europei e di coinvolgerli attivamente verso l’inclusione sociale, utilizzando strumenti basati sullo storytelling e sulla gamification. Questa guida alla formazione conterrà linee guida, indicazioni, istruzioni ed esempi per l’applicazione pratica del metodo. Infine, conterrà anche risorse come un glossario, una sintesi del quadro giuridico e alcune cifre sulle migrazioni nel mondo e nell’UE.

12 marzo 2024 (Valencia, Spagna)

Nell’ambito del progetto MOVE, 14 partecipanti si sono riuniti a Valencia (Spagna) durante una formazione di 4 giorni per formatori tra il 19 e il 22 febbraio 2024.

I 14 operatori giovanili e responsabili di progetto provenivano dalle quattro organizzazioni partner MAKS (Belgio), CESIE (Italia), CARDET (Cipro) e Jovesólides (Spagna), al fine di rafforzare le loro capacità e apprendere competenze innovative per lavorare a livello transnazionale sulla promozione dell’inclusione sociale dei migranti in un quadro europeo.

I 14 partecipanti alla formazione dei formatori organizzata da Jovesólides nell'ambito del progetto MOVE, un progetto cofinanziato dal Programma Erasmus+ dell'Unione Europea Numero di accordo di sovvenzione: KA220-YOU-626A26DF.
I 14 partecipanti alla formazione dei formatori organizzata da Jovesólides nell’ambito del progetto MOVE, un progetto cofinanziato dal Programma Erasmus+ dell’Unione Europea Numero di accordo di sovvenzione: KA220-YOU-626A26DF.

L’obiettivo principale della formazione dei formatori è stato quello di convalidare la Metodologia MOVE e la bozza della Guida alla Formazione MOVE che hanno ricevuto il primo giorno. La Metodologia MOVE si basa sulla gamification, sullo storytelling e sull’uso applicato delle TIC come strumenti innovativi per promuovere l’inclusione sociale dei migranti nelle società europee. Si tratta di un programma di formazione progettato per sensibilizzare e impegnare attivamente i giovani sul tema dell’inclusione sociale, che sarà applicato durante il progetto ma che potrebbe essere replicato anche in altri contesti.

Pertanto, la formazione dei formatori tenutasi a Valencia mirava ad apprendere l’applicazione pratica del metodo MOVE e a contribuire a potenziali miglioramenti e cambiamenti per la progettazione finale del metodo.

I 14 formatori sono tornati nei loro Paesi d’origine e nel maggio 2024 organizzeranno laboratori giovanili con 20 giovani delle loro comunità, tra cui almeno 5 giovani con un background migratorio, applicando questa metodologia.

  • Sensibilizzare il pubblico attraverso la creazione di uno spazio virtuale “Map of Migration”, con storie di vita di migranti residenti nei Paesi partner del progetto, promuovendo valori comuni.
  • Raccogliere storie di vita di migranti e/o rifugiati e registrare in formato video la storia del loro viaggio per raggiungere l’Europa per inserirle nello spazio virtuale Map of Migrations.
  • Ideare, strutturare e pianificare i contenuti elaborati nel progetto e lanciare una campagna di sensibilizzazione sulla realtà della migrazione in Europa e sulla promozione dei valori comuni europei rivolta ai cittadini in generale e ai giovani in particolare.
storytelling
Un esempio di risultato di un’attività di narrazione che ha permesso ai partecipanti di riflettere sulla propria identità

Le attività della Guida formativa MOVE, testate durante la formazione dei formatori prima di essere implementate nei laboratori giovanili, comprendono ad esempio un gioco da tavolo ispirato al tradizionale “Gioco dell’Oca” e adattato per rappresentare le sfide affrontate dai migranti nel loro percorso.

Tradizionalmente, questo gioco di puro azzardo consiste in 63 caselle disposte a spirale verso l’interno e contenenti una serie di trappole. L’obiettivo è raggiungere per primi l’ultima casella. In questa versione adattata, il gioco ha un duplice obiettivo educativo: rendere i giocatori consapevoli degli ostacoli incontrati dalle persone migranti nei loro sforzi per vivere dignitosamente in Europa e fornire informazioni sui diritti delle persone migranti in Europa, decostruendo alcuni pregiudizi relativi a tali diritti.

logo_move
I partecipanti al Training of Trainers di Valencia hanno testato e migliorato il gioco OCA per concordare una versione definitiva prima degli Youth Labs organizzati nel maggio 2024 in ogni Paese.
I partecipanti al Training of Trainers di Valencia hanno testato e migliorato l’OCA Game per concordare una versione definitiva prima degli Youth Labs organizzati nel maggio 2024 in ogni paese.